Newsletter Giardini La Mortella - Presentazione del calendario dei concerti al Teatro Greco 2018

Presentazione del calendario dei concerti al Teatro Greco 2018

Prende il via giovedi 21 Giugno la stagione concertistica 2018 del Teatro Greco, che si svolge fino al 26 Luglio nel teatro all’aperto dei Giardini La Mortella, sullo sfondo spettacolare della meravigliosa baia di Forio d’Ischia.

Con la Direzione Artistica di Caroline Howard, il cartellone musicale estivo presenta 6 concerti che spazieranno dal Jazz all’opera, alla musica sinfonica in generale.

La Fondazione Wiliam Walton, che gestisce i Giardini, prosegue così nella realizzazione
della propria Mission, che intende promuovere la diffusione, conoscenza ed apprezzamento della musica valorizzando il suggestivo scenario dei Giardini, che nelle serate estive diventano protagonisti insieme alla musica dei giovani talenti musicali. Ancora una volta il desiderio di William e Lady Walton, che la Mortella aiutasse i giovani musicisti a spiccare il volo,
si materializza in un susseguirsi di appuntamenti all’insegna della musica.
Tutti i concerti si terranno alle ore 21.00.

Il programma di quest’anno:

  • Giovedì 21 giugno - ore 21:00

Patchwork Jazz Orchestra (Regno Unito)


    Direttore - Tom Green

    Musiche per Big Band di:
    Frank Loesser arr. Kieran McLeod - If I Were A Bell
    Liam Dunachie - Mr. Pottercakes
    Fred Hersch arr. Tom Green - Endless Stars
    Kieran McLeod - Vixen
    Scott Chapman - Mind Palace
    Misha Mullov-Abbado - New Ansonia
    Frank Foster / Count Basie - Shiny Stockings
    Scott Chapman - Barcarolle
    Tom Green - Badger Cam
    James Davison - The Boy Roy
    Misha Mullov-Abbado - Cross Platform Interchange
    Kieran McLeod - Ajo En El Caribe


Tom Green, tra i fondatori di questa orchestra, non è sconosciuto al pubblico di Ischia: infatti egli venne a suonare a Ischia quando ancora era studente di fisica nella Cambridge University. Da allora ha vinto nel 2013 il Dankworth Prize for Jazz Composition e suona regolarmente nei venues più prestigiosi del mondo del jazz, quali la Wigmore Hall, Umbria Jazz, Montreal Jazz Festival.
La PJO è una moderna millennial big band con un repertorio ricco ed articolato, che include compositori innovativi, senza peraltro trascurare i brani classici da Big Band. La musica suonata da questa orchestra, grazie alla fusione di una vasta gamma di modalità espressive, spazia da melodie cariche e dolci a coinvolgenti ondate sonore, dal ritmo delle percussioni e del basso alle marce funebri o alle ballate folk e calypso. Attingendo alla ricchezza della storia del format Big Band, la PJO dunque rappresenta un filosofia contemporanea del fare musica. Il primo album, registrato agli AIR Studios e in uscita alla fine del 2018, comprende diverse composizioni di membri dell’orchestra. Nelle parole di Julian Joseph, pianista jazz e compositore di fama internazionale: “Patchwork Jazz Orchestra è l’essenza dello spirito attuale della London jazz scene – disseminata di compositori di talento e di musicisti che non hanno paura di pensare in grande.”
 
  • Giovedì 28 giugno - ore 21:00

Orchestra del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara


    Direttore - Roberto Molinelli
    Viola - Anna Serova
    Tenore lirico leggero - Alberto Ambrogiani

    G. Rossini (arr.) - Une Larme, tema e variazioni per violoncello e orchestra
    R. Molinelli - William’s Rock
    R. Molinelli (arr.) - Queen’s Symphonies


Il programma musicale della seconda serata promette freschezza, innovazione e contaminazione di generi, combinando arditamente l’ispirazione artistica e musicale di stampo classico, simboleggiati nel giardino dalla figura e dal lascito morale dei Walton, con la musica pop più iconica. Queen’s Symphonies è una libera elaborazione di brani famosi della mitica formazione pop, trascritta per orchestra sinfonica, coro e band. Il giovane solista Alberto Ambrogiani si sta mettendo in luce sul panorama musicale grazie alla grande estensione della sua voce, come richiesta nelle canzoni di Freddy Mercury.
William’s Rock è un brano in prima mondiale, che testimonia il legame di affetto e stima che il M° Molinelli ha sviluppato negli anni con La Mortella, affetto che si è già espresso con altre composizioni dedicate al giardino (Il Giardino di Lady Walton per viola e orchestra), premiato brano del 2015, e con trascrizioni (in corso) di concerti con solista di Sir William. Anche il brano celeberrimo di Rossini che apre il concerto (una Larme, una lacrima) viene presentato nella trascrizione di Molinelli per viola.
L’Orchestra del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara nasce nel 2008 con lo scopo di offrire agli studenti sia un approfondimento didattico, sia l’opportunità di un’esperienza formativa a stretto contatto con il mondo del lavoro. Composta da studenti, ex studenti e docenti del Conservatorio vanta nel suo repertorio brani sinfonici, sinfonico-corali e opera lirica.
 
  • Giovedì 5 luglio - ore 21:00

Orchestra del Conservatorio Agostino Steffani
                                               di Castelfranco Veneto

    Direttore - Roberto Zarpellon
    Regista - Renata Baldisseri

    G. Rossini - Il Cambiale di Matrimonio,
                                           farsa comica in un unico atto in forma di concerto


L’Orchestra del Conservatorio di Castelfranco Veneto, composta dagli studenti delle classi di strumento e diretta dal prof. Roberto Zarpellon, propone annualmente programmi musicali diversi della grande tradizione classica. L’attività concertistica si intreccia con diverse iniziative socio-culturali e didattiche, offrendo così la possibilità agli studenti di esibirsi e di fare importanti esperienze professionali. Il Conservatorio “Agostino Steffani” è rinomato per il valore dei suoi docenti, in buona percentuale formata da musicisti regolarmente presenti nelle più note sale da concerto del mondo, e di conseguenza da studenti che nei concorsi riescono sempre a segnalarsi. Alla Mortella il Conservatorio presenterà la brillante farsa La Cambiale di Matrimonio, composta nel 1810 da un Rossini appena 18enne, su libretto di Gaetano Rossi. La trama, semplice e dal lieto fine, fornisce lo spunto per gustose arie e concertati e presenta il classico motivo del triangolo amoroso, con la figura dello spasimante anziano e della giovane coppia innamorata. Composta senza coro per rispondere alle esigenze di spazio nel teatro veneziano dove ha debuttato, La Cambiale è un susseguirsi di freschezza, melodia e comicità. Nei ruoli principali gli studenti dello Steffani: in questo modo il Conservatorio omaggia i 150 anni dalla scomparsa del celebre operista. “Un lavoro corale- spiega il direttore Stefano Canazza - che valorizza i migliori studenti”.
 
  • Giovedì 12 luglio - ore 21:00

Orchestra del Campus Musicus
                  de l’Académie de Musique Tibor Varga (Svizzera)


    Direttore - Yuram Ruiz
    Violino - Dmitry Smirnov

    G. Verdi - da La Traviata - Ouverture
    C. Saint-Saëns - Introduzione e Rondo Capriccioso in la min.
    W. Walton - selezione dalla Suite n.1 per orchestra
    J.B. Plaza (Venezuela) - Fuga Criolla
    G. Faure - Pavane per flauto e orchestra
    A. Piazzola - Adios nonino
    L. Bernstein - da West Side Story: 3 danze America, Maria, Mambo


Fondato dal celebre violinista ungherese Tibor Varga, il Campus Musicus riunisce ogni estate nella cittadina di Sion, in Svizzera, giovani musicisti provenienti dal mondo intero, accomunati dalla grande passione. Lo stage di due settimane offre la possibilità ai giovani di imparare a suonare in un’orchestra di alto livello e in qualche caso anche di suonare da solista. Il repertorio copre l’intera gamma di strumenti classici. Quest’anno l’orchestra, diretta da Yuram Ruiz e Alejandra Cava, dopo un settimana di prove si recherà ad Ischia per poi proseguire a Vex, a Sion e a Ovronnaz, nella regione svizzera nel Cantone Vallese. L’orchestra sarà accompagnata quest’estate dal giovane e virtuosistico violinista russo, Dmitry Smirnov, vincitore del Concorso Internazionale di Violino Tibor Varga nel 2105 e di numerosi altri premi tra cui l’ International Musical Olympus Festival di San Pietroburgo, il “Concours d’Interprétation Musicale de Lausanne”, il “Rotary Excellence Prize” ed avviato ad una brillante carriera internazionale.
Energia e dinamismo – questa è la cifra espressiva del direttore e violoncellista venezuelano Yuram Ruiz, la cui carriera da strumentista si è sviluppata sotto la tutela del vincitore del premio Rostropovich, Enrico Dindo. Di ritorno sul podio in seguito al successo del suo concerto a La Mortella l’anno scorso, il M° Yuram Ruiz ha una solida esperienza iniziata nel prestigioso e riconosciuto Sistema di Orchestre e Cori giovanili e infantili del Venezuela, all’interno del quale ha iniziato gli studi musicali. Nel suo paese era parte dell’Orchestra sinfonica Simòn Bolivar, riconosciuta internazionalmente, con la quale ha lavorato sotto la direzione di maestri del calibro di José Antonio Abreu, Gustavo Dudamel, Claudio Abbado, Simon Rattle, Daniel Barenboim e tanti altri.
 
  • Giovedì 19 luglio - ore 21:00

Southbank Sinfonia  (Regno Unito)


    Direttore - Simon Over
    Mezzosoprano - Lotte Betts-Dean


    L. van Beethoven - Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36
    Arie per mezzosoprano ed intermezzi orchestrali:
    O. Respighi - Il tramonto, poema lirico per voce ed archi, testo di P.B. Shelley
    W.A. Mozart - La clemenza di Tito - Ouverture
    W.A. Mozart - Non piu di fiori, da La clemenza di Tito
    W.A. Mozart - In quali eccessi...Mi tradì, da Don Giovanni
    G. Rossini - Il signor Bruschino - Ouverture
    G. Rossini - Oh patria...Di tanti palpiti, da Tancredi


La Southbank Sinfonia è un’orchestra sempre nuova di giovani professionisti descritta da The Independent come “un giovane ensemble di immenso talento le cui esibizioni sono sempre spettacolari”. Fondata nel 2002 dal direttore Simon Over a Londra, la formazione è riconosciuta a livello internazionale come un’accademia orchestrale di punta che riparte da zero ogni anno, selezionando 33 musicisti fra i più promettenti a livello mondiale, per dar loro la necessaria spinta verso l’attività professionale. Collaborando con organizzazioni artistiche di straordinario rilievo come la Royal Opera House, dal primo concerto in assoluto, il Requiem di Mozart a Notre-Dame, alla conquista del palcoscenico nella nuova, acclamata produzione di Amadeus al National Theatre, la Southbank Sinfonia ha conquistato pubblico e critica al tempo stesso.
L’orchestra ha sviluppato negli anni una collaborazione fecondissima con i Giardini La Mortella, portando per la prima volta l’opera lirica nei giardini e cimentandosi in programmi orchestrali con solisti di chiara fama. Quest’anno l’ orchestra è accompagnata dalla cantante lirica australiana Lotte Betts-Dean, poliedrico mezzo soprano dal repertorio vastissimo, che ha vinto il concorso bandito dall’orchestra per selezionare l’Artista Associato per il 2018. Il brano centrale per il debutto a La Mortella della giovane mezzosoprano – che ci propone anche arie amatissime di Mozart e Rossini – è il poema di Respighi, su versi di Shelley, Il Tramonto: pagina di carattere descrittivo, con una trama melodico-armonico estremamente asciutta di intenso e malinconico lirismo che esalta il testo di Shelley dove è descritta una triste storia d’amore.
 
  • Giovedì 26 luglio - ore 21:00

Mondaino Young Orchestra Jazz  (Rimini)


    Direttore - Michele Chiaretti

    Spettacolo dedicato al Jazz delle origini,
    tra Hot Jazz e Swing Era, tra Dixieland e Big Band


La MYO - Mondaino Young Orchestra è tra le Jazz Band più giovani in Europa, con età media dei componenti di 16 anni. Rappresenta un’eccellenza nazionale in campo musicale dilettantistico e chiuderà brillantemente la stagione 2018 del Teatro Greco.
In 6 anni di attività la MYO ha vinto per due volte il “Festival Mondiale della Musica Scolastica” al Teatro Ariston di Sanremo, il “5° Concorso Internazionale Città di Treviso”, a Rimini il Premio “Cerni Eugenia Vitale” e a Perugia il “Premio Rosa dell’Umbria”. Nel 2017 la band è stata premiata a Foligno con la “Targa Speciale alla Musica 2017” per la “qualità e l’unicità del progetto musicale e didattico”, ed infine questa serie di riconoscimenti prestigiosi è stata coronata con la recente vittoria, nel maggio 2018 del 1° premio assoluto sez. scuole di musica al Concorso Giovani in Crescendo, organizzato dall’Orchestra Rossini di Pesaro, sbaragliando 1600 ragazzi provenienti dalle scuole di tutta Italia. Ha inoltre ricevuto l’encomio solenne da parte dell’Amministrazione Comunale di Mondaino per “…l’opera di diffusione della cultura musicale ai giovani e per la promozione nel mondo dell’immagine di Mondaino”.
Diretta dal M° Michele Chiaretti, è stata invitata a molti eventi musicali di rilievo tra i quali “Umbria Jazz”, “Florence Youth Festival”, “Fano Jazz by the Sea”, “Primiero Dolomiti Festival Brass“, “Musica in Castello Parma”, “EXPO Milano” e “Rimini Jazz”. La MYO al suo attivo due dischi, il primo del 2014 “Keep Swingin’!” è stato recensito dalla rivista musicale “Alias” come tra le migliori sorprese dell’anno e trasmesso in diretta GMMY Radio (CALIFORNIA). Il secondo “MYO andFriends” del 2016, è stato inciso in collaborazione con grandi nomi del jazz internazionale come Roberto Gatto, Gabriele Mirabassi, Antonello Salis, Luca Sirianni e Maurizio Giammarco.


---
Ufficio Stampa
Barbara Sabatini
Cell: +39 335-6489853
Tel: +39 081-986220
press@lamortella.org

La locandina della stagione in corso in formato PDF:
- Teatro Greco (Concerti di ensemble e orchestre giovanili) - Stagione Estiva 2018


Ingresso Concerto (incluso l'ingresso al giardino)

    ◦    € 20,00 - Intero
    ◦    € 15,00 - Ridotto
          ▪    Ragazzi da 12 a 18 anni;
          ▪    Adulti oltre 70 anni;
          ▪    Residenti dei Comuni di Isola d'Ischia;
          ▪    Titolari delle carte convenzionate Il Quadrante Viaggi;
          ▪    Accompagnatore di disabili motori e non vedenti.
    ◦    € 10,00 - Ridotto
         ▪    Bambini da 2 a 11 anni
                ( è sconsigliato l'ingresso al concerto di bambini di eta inferiore a 2 anni )
    ◦    € 0,00 - Gratuito
         ▪    Disabili con attestato di invalidità oltre 51%
                ( è consigliabile riservare il posto 30 minuti prima del concerto )


Per prenotazioni si prega di compilare seguente modulo dalla pagina del calendario o consultare il nostro sito web: www.lamortella.org


Vi auguriamo buon ascolto ed una piacevole serata.

Direzione artistica Teatro Greco,


Fondazione William Walton e La Mortella
Via Francesco Calise 45
80075, Forio (NA)
tel.: 081-986220, 081-986237


Potete donare il Vostro 5 per Mille
alla Fondazione Willian Walton e La Mortella (C.F. 91001880631)
per contribuire al sostegno del giardino e delle sue attività culturali

 
www.lamortella.org | Contattaci
{unsubscribe}Se non sei più interessato» cancellati dalla newsletter{/unsubscribe}
Allegati
press_kit___press_tg_2018.pdf